BASSOTTO

Descrizione

Il bassotto è una razza canina di origine tedesca caratterizzata dall'altezza proporzionalmente inferiore alla lunghezza; proprio la sua forma così curiosa lo rende particolarmente gradito ai bambini. Si tratta di un cane da caccia, selezionato per seguire gli animali selvatici nel sottobosco intricato, e affrontarlo anche nelle tane sotterranee. La razza, nelle sue 9 varietà, descritte da un unico standard, il n° 148, è l'unica appartenente al 4' gruppo della Classificazione della FCI. Le 9 varietà si distinguono per taglia (Standard, Nano e Kaninchen) e lunghezza e tessitura del pelo (corto, lungo o duro).
Decimo compleanno di un bassotto
Un bassotto a pelo lungo

La taglia non viene riferita all'altezza al garrese, ma alla circonferenza toracica, superiore ai 35 cm per il B. Standard, superiore ai 30 cm per il B. Nano, e fino ai 30 cm per il B. Kaninchen (viene misurata dopo il 12 mese di età in Italia). Colori riconosciuti: pelo raso Nero focato, cervo e tipi di arlecchino, pelo lungo: nero focato, mogano e tipi di arlecchino, pelo duro: cinghiale, biondo grano, cioccolato e nero focato, le ultime due varietà sono molto poco diffuse causa la recessività del tipo di colore. Le razze più diffuse sono quelle a pelo liscio e a pelo duro, quest'ultima è molto usata nella caccia sia in tana, per la quale la razza era stata selezionata, che per l'uso come ausiliare in superficie, vedi lo scovo della lepre, la caccia al cinghiale e non per ultimo la ricerca di capi colpiti e fuggiti che altrimenti verrebbero persi, vedesi traccia di sangue. Notevole è la qualità dei bassotti allevati in Italia in tutte le nove razze.

I bassotti sono dei cani che non tengono in alcun conto le proprie dimensioni, che pure conoscono. Sono capaci di attaccare briga con cani molto più grandi di loro, totalmente incuranti dei rischi che corrono e delle eventuali conseguenze. Si dimostrano spesso molto legati al padrone, riescono ad essere molto simpatici con i bambini. Con gli estranei sono spesso inizialmente guardinghi. Proprio a causa del loro carattere forte, è consigliabile educare i bassotti con fermezza fin da cuccioli, specialmente se si intende tenerli in appartamento. Se non abituati al rispetto del padrone, infatti, i bassotti possono facilmente tendere a comportamenti vivaci sia con le persone che con le cose.[1]

Data la sua conformazione allungata, il bassotto è soggetto a problemi ortopedici.

Pelo
I bassotti possono avere tre tipi di mantello Pelo raso (o corto): pelo liscio, fitto e lucente. Colori:fulvo,fulvo-giallo, giallo, marrone oppure bicolore con focature sopra gli occhi, ai lati del muso sotto il labbro inferiore, nell'interno delle orecchie, sul petto, nell'interno delle cosce, sui piedi, intorno all'ano e di li' fino al primo terzo o a metà della coda. La tinta base del mantello può essere nero cupo o bruno o grigio. Esistono anche bassotti tigrati o striati. Pelo duro: pelo ruvido, denso e ben aderente al corpo, guarnito di sottopelo; sul muso si forma la barba e le sopracciglia sono cespugliose. Colori: tutti sono ammessi. Pelo lungo:pelo morbido, liscio e brillante. Colori: quelli del pelo raso Non sono ammessi esemplari completamente bianchi o neri per nessun tipo di mantello.
Il bassotto è un cane che sin dalla più tenera età impara a contare più sul suo intelletto che sul suo aspetto fisico" Questa frase scherzosa delinea molto bene le caratteristiche del bassotto. Il coraggio e la risolutezza tipici del cane da tana si riflettono nel suo carattere ostinato ed individualista , ma non è difficile da educare: bisogna però rispettare la sua predilezione per la logica e la coerenza. E' socievole con gli altri cani ed ama i bambini. Obbedisce ai richiami, ma non mi fiderei a liberarlo in un bosco. E' molto affettuoso e giocherellone, ma guai a non prenderlo sul serio. Non ha certo un complesso di inferiorità per la sua taglia ridotta!