CIUFFOLOTTO

CIUFFOLOTTO

Il ciuffolotto europeo (Pyrrhula pyrrhula, Linnaeus 1758) è un uccello della famiglia dei Fringillidi appartenente alla sottofamiglia dei Cardellini.
Entrambi i sessi sono caratterizzati da un dorso grigio, un ventre bianco e un ciuffo nero.
Il petto del maschio è di colore rossastro, mentre la femmina mostra un petto discreto di un colore che va dal grigio rossastro al marrone.
Sono lunghi dai 15 ai 19 cm e arrivano a pesare 26 grammi.
I ciuffolotti hanno come ambienti naturali i parchi, i giardini, le superfici coltive e le foreste miste e di sempreverdi dei territori montani e collinari.
Formano una coppia duratura e difficilmente si allontanano per molto tempo l'uno dall'altra.
I ciuffolotti si nutrono principalmente di semi e boccioli, cosa che non piace particolarmente ai giardinieri.
Si abituano facilmente al contatto con l'uomo, anche per via del suo nutrimento con semi di girasole.
Poiché non difende il proprio territorio, non dà particolarmente nell'occhio e il suo canto è indirizzato principalmente agli individui di sesso opposto.
I ciuffolotti si spostano solitamente in coppia e raramente in grandi gruppi.
Il loro canto è un delicato 'djü'.
Usano un 'bit-bit' come richiamo fatico Il nido viene costruito perlopiù su abeti rossi o siepi con muschio, radici e rami.
Il nido è foderato internamente con penne, peli e erba.
La covata consta di 4 o 5 uova azzurre con macchie di color rosso violetto e punti neri.
La femmina cova due o tre volte all'anno per circa tredici giorni.
Il maschio e la femmina partecipano in egual misura alla cura dei piccoli di color brunastro.
Il tempo di cura della prole dura 16 o 17 giorni.
Il ciuffolotto finora è sempre stato tenuto come animale domestico.
Il ciuffolotto è noto per la sua capacità di apprendimento. È facile infatti insegnare a questi uccelli delle piccole melodie.