GATTO RAGDOLL

Il ragdoll è una razza di gatto nord-americana, selezionata per il temperamento docile (il suo nome significa "bambola di pezza"). Le origini della razza ragdoll sono da far risalire alla paziente selezione di un'allevatrice californiana, Anne Baker, che partendo da una coppia formata da una gatta bianca (di nome Josephine) di razza simile ad un Angora e da un colorpoint guantato, riuscì ad ottenere molteplici cucciolate.

Caratteristiche comuni di tali esemplari sono un carattere particolarmente docile e affettuoso, l'assenza di aggressività e la capacità di abbandonarsi completamente nelle braccia del padrone. La selezione di questa caratteristica nelle generazioni che seguirono diede luogo, a partire degli anni sessanta, alla progressiva definizione di questa nuova razza felina.

Affettuoso alla ricerca continua del contatto fisico. Non ama il rumore e la confusione. Il ragdoll si lega moltissimo alle persone del nucleo familiare ed in particolar modo ai bambini con cui stabilisce un rapporto quasi simbiotico. Il ragdoll ha bisogno di avere con le persone un rapporto continuo e stretto però, contrariamente a quanto molti sostengono, può essere lasciato solo purché si ritaglino all'interno della giornata dei momenti da dedicargli per le coccole ed il gioco.

È un tipico gatto d'appartamento ed a causa della sua indole particolarmente fiduciosa è bene non lasciarlo esposto ai pericoli della strada. Convive bene con altri gatti o cani poco vivaci ed aggressivi.

Ama la vita comoda, è di indole pacifica e quasi per nulla aggressivo. Non mostra spiccate attitudini "sportive", anche se ciò potrebbe ricondursi al fatto che disdegna qualsiasi attività non direttamente funzionale al soddisfacimento dei bisogni primari.

È tutt’altro che stupido, come vanno predicando i suoi detrattori, è soltanto un gatto la cui selezione è stata improntata dando largo spazio al carattere e sfruttando le sue naturali doti di gatto tranquillo e non belligerante. La sua indole estremamente mite e la sua disponibilità sono diventate proverbiali, non esiste veramente un altro gatto a cui possa essere paragonato. È una creatura dolcissima ed amabile che, come tutte le volte che un essere indifeso si abbandona totalmente fiducioso tra le braccia, ispira tenerezza e desiderio di protezione.

Non ama essere maltrattato e tiranneggiato, essere buono non significa, all’occorrenza, non saper sfoderare anche gli artigli. Se il suo padrone è ammalato, se è triste e demoralizzato, questo gatto non lo abbandona mai, anzi, cerca di consolarlo e confortarlo in tutti i modi, se proprio non gli è possibile altrimenti, si ferma a guardarlo, immobile, tentando di aiutarlo con la sua sola presenza. È un gatto molto permaloso, se subisce dei torti è capace di offendersi e di avvilirsi al punto da passare ore in dignitoso e compassato silenzio.

Bisogna precisare che il ragdoll è sempre un gatto point ossia presenta nel suo dna un gene che fa colorare il pelo solo nelle zone fredde del corpo (esempio tipico e conosciuto è il gatto siamese).

Esistono 3 varietà, il colourpoint (ossia la colorazione tipica del siamese), il mitted (che presenta delle zone bianche nei calzini anteriori, nei gambaletti posteriori ed in una striscia addominale che parte dal mento ed arriva fino ai genitali) ed il bicolore che presente arti e addome bianchi nonché la tipica V rovesciata sul muso.

I colori del ragdoll sono il seal, il blu, il rosso, il crema nonché i più recenti chocolate e lilac. Di questi colori esiste anche la versione linx ossia tigrata.

La Nomenclatura ufficiale del colore è complessa e prevede diverse sigle per determinare con precisione la tipologia di colore. Ad esempio: RAG bd PTD oppure RAG B A PTD

Categoria: Pelo Semilungo

Corporatura: di media grandezza.
Corpo: ossatura imponente, longilineo, muscolatura potente, petto ampio, bacino largo quanto le spalle. Di aspetto solido. Alcuni maschi arrivano a pesare anche 8/9 kg, le femmine invece arrivano fino a 5 kg. Maturazione molto lenta.
Mantello: da lungo a semilungo. Folto, morbido con tessitura setosa, aderente al corpo. Quando il gatto è in movimento il pelo segue il corpo, aprendosi in delle ciocche. Il pelo, più lungo intorno al collo, incornicia il muso; corto sul muso e da corto a mediamente lungo sulle zampe; da medio a lungo sul resto del corpo.
Testa: proporzionalmente grande e vasta, dai contorni arrotondati. Ha una forma triangolare, un po' cuneiforme. Cranio piatto tra le orecchie. Di profilo si nota un leggero stop, il muso è arrotondato, di media lunghezza. La testa è situata su un collo corto con muscolatura possente.
Occhi: grandi e ovali, di colore blu . Il bordo esterno dell'apertura dell'occhio deve essere allo stesso livello della base delle orecchie.
Naso: il naso dovrebbe mostrare una leggera curva all'altezza degli occhi.
Orecchie: allungano i contorni della testa. Larghe e basse, portate leggermente in avanti. Le punte sono arrotondate con presenza di pelo.
Mento: pronunciato e ben sviluppato.
Arti: di media lunghezza. Le zampe posteriori sono leggermente più alte delle zampe anteriori. Buona muscolatura.
Piedi: grandi, rotondi e compatti, con ciuffi di pelo tra le dita.
Coda: lunga ma proporzionata al corpo, mediamente larga alla base e leggermente affusolata verso la punta. Presenza di pelo molto folto. Portata leggermente più alta rispetto il livello della schiena.
Penalità: la "V" rovesciata si estende oltre i bordi esterni degli occhi, o si presenti eccessivamente asimmetrica; Marcatura bianca sulle orecchie; Testa stretta; Naso romano; Stop troppo marcato di profilo; Orecchie troppo piccole o appuntite; Occhi a mandorla; Collo troppo lungo e sottile; Corpo massiccio; Petto stretto; Zampe corte; Piedi distesi; Mancanza di ciuffi di pelo tra le dita; Coda corta o con la punta larga; Colore degli occhi diverso dal blu.