geco dorato

geco dorato
...

NOME Genere e specie: Gekko Ulikovskii Nome comune: “geco dorato del Vietnam” Famiglia: Gekkonidae PROVENIENZA Foreste pluviali del Vietnam CARATTERISTICHE Si tratta di un geco lungo 20-30 cm la cui coda è 2/3 del corpo.
Ha forma allungata ed esile e possiede un muso leggermente cuneiforme.
Gli occhi sono marroni a pupilla verticale.
Alla luce la sua livrea assume una colorazione dorata mentre i fianchi e le zampe rimangono tendenzialmente marrone scuro.
Le zampe sono corte e le dita sono fornite di lamelle sub digitali con piccole unghiette alle estremità.
E’ un geco dall’indole tranquilla che ama sostare gran parte della giornata al sole.
CATTIVITA’: Una coppia di Ulikovskii può essere allevata in un terrario di almeno 80X50X60h cm.
Ama molto la luce e crogiolarsi al sole quindi non dovrà mancare una lampada UVA/UVB ed un piccolo spot riscaldante.
L’umidità, considerata la sua provenienza, dovrà mantenersi molto alta, almeno del 70%.
L’arredamento sarà composto da piante vere (che mantengono sempre alto il gradiente di umidità) e da pezzi di sughero.
La ciotola dell’acqua sarà un altro elemento fondamentale da sistemare nell’ambiente.
Le temperature ideali da mantenere sono 27°-30° diurni e 15-20° notturni.
Per ciò che concerne l’alimentazione sbizzarritevi pure con grilli, camole e saltuariamente spalmate del miele sulle foglie delle piante, gradirà molto il gesto.
RIPRODUZIONE: Anche per questo geco si presenta lo stesso problema di deposizione del tokay e del bibronii.
Se si dovesse presentare una situazione simile leggete con attenzione il paragrafo della riproduzione di questi due animali.
Solitamente il geco depone una coppia di uova che in principio risultano mollicce e appiccicose ma che in breve tempo si solidificano e si uniscono insieme.
Nell’incubatrice optate per un contenitore pieno per metà di vermiculite o perlite e imprimete con il dito una leggera pressione per creare lo spazio adatto dove riporrete le uova.
Dopo di che chiudete il contenitore con un coperchio in plastica e praticate dei fori per l’areazione.
Per ottenere esemplari femmina le temperature di incubazione dovranno oscillare tra i 25 ed i 30 gradi mentre per i maschi il gradiente termico non dovrà essere inferiore ai 33-34 gradi.
L’umidità è molto importante, mantenetela al 65%.
LEGISLAZIONE Questo animale non necessita di alcun documento CITES e se vengono rispettate le norme igienico sanitarie nazionali è di libera vendita.