PINSCHER

La data di nascita della razza pinscher è abbastanza recente. La prima registrazione nei Libri Origini risale al 1879 per il pinscher medio ed al 1900 per lo zwergpinscher (o "pinscher nano"). Nonostante ciò, le origini del cane sono preistoriche: sono stati ritrovati reperti che dimostrano che già al tempo dell'Homo habilis esistevano cani aventi cranio simile a quello del pinscher odierno.

La coda è con attaccatura alta. Di norma viene amputata all’altezza della terza vertebra. I colori ammesi sono il rosso cervo e nero focato, nello standard internazionale. Il pelo è di uguale lunghezza in tutto il corpo; sempre liscio, corto e fitto. Preferibilmente lucido. Il tronco non è molto largo. La sua lunghezza è circa pari a quella dell’altezza al garrese. Possiede un dorso leggermente scosceso. Costruzione compatta. La testa è di forma allungata. Il muso è appuntito. La lunghezza totale della testa è in rapporto di 1:2 circa con la lunghezza del corpo

Il pelo corto non necessita di molte cure. È bene però fargli compiere una buona attività motoria accompagnata da una corretta alimentazione e proteggerlo dalle basse temperature (è un cane che soffre particolarmente il freddo). Il suo peso deve restare attorno ai 4-5 kg per gli Zewpinscher e attorno ai 15-20 kg per i pinscher. È un buon compagno orgoglioso e intelligente, richiede esercizio fisico regolare.